Le stablecoin emesse privatamente comportano un rischio maggiore rispetto a Bitcoin, afferma la BCE

Il presidente della BCE Christine Lagarde afferma che le stablecoin rappresentano un rischio maggiore del bitcoin.

Lagarde è particolarmente preoccupato per gli sforzi di stablecoin „big tech“

Un euro digitale aiuterebbe a preservare la sovranità monetaria europea di fronte a tale concorrenza.

Voglio sapere di più? Unisciti al nostro gruppo Telegram e ottieni segnali di trading, un corso di trading gratuito e comunicazioni quotidiane con i fan delle criptovalute!

Il Trust Project è un consorzio internazionale di testate giornalistiche che stabiliscono standard di trasparenza.

Christine Lagarde ha identificato le stablecoin come rappresentanti un rischio maggiore per la stabilità finanziaria e la sovranità monetaria dell’UE rispetto alle criptovalute come il bitcoin.

Il presidente della Banca centrale europea (BCE) afferma che i prezzi volatili e la mancanza di liquidità rendono BTC e altri asset digitali poco adatti per essere utilizzati come denaro.

Lagarde è anche desideroso di portare avanti l’euro digitale della BCE. Sostiene che una simile valuta digitale emessa dalla banca centrale (CBDC) aiuterebbe a proteggere la sovranità monetaria dell’UE.

Lagarde afferma che le stablecoin emesse privatamente pongono rischi particolari

Christine Lagarde non pensa che bitcoin e altri asset digitali a fornitura fissa rappresentino una minaccia particolare per lo status quo finanziario in Europa.

Scrivendo per la rivista L’ENA hors les murs , il presidente della BCE ha affermato che le criptovalute come il bitcoin non „soddisfano tutte le funzioni del denaro“.

Ha identificato la loro mancanza di stabilità dei prezzi, così come il „concetto imperfetto di non esserci un emittente identificabile“ come ostacoli che ostacolano l’adozione di tali valute digitali.

Comments are closed.